Archive for the 'Cronaca' Category

Obama come Bush…

…con la differenza che Obama ha ricevuto un premio Nobel per la pace, mentre Bush è stato deriso e subissato di critiche da tutto il mondo. Ero scettico sin dall’inizio sull’entusiasmo trabordante che aveva portato in trionfo Obama ancor prima di dimostrare con i fatti di meritarselo, lo sono ancora di più oggi che ha contribuito all’inizio di una nuova guerra (Libia).

Obama bombarda la Libia, Bush bombarda l'Iraq: any difference?

Annunci

Dibattito sul nucleare

La tragedia che ha colpito il Giappone ha dato nuovo fiato alle trombe del movimento contrario al nucleare. Poco dopo l’incidente di Chernobyl il referendum in Italia del 1987 aveva visto la vittoria di coloro che erano contrari al nucleare. Nel 2011 gli italiani saranno chiamati a votare nuovamente con un referendum sul nucleare, oltre che su altri temi: è scontato, secondo me, che prevarrà nuovamente l’idea di chi è contrario al nucleare sull’onda lunga degli incidenti accaduti in questi giorni nelle centrali nucleari giapponesi.

Io sono a favore dell’energia nucleare e rispetto, ovviamente, l’opinione di coloro che non lo sono. Quello che mi fa un po’ sorridere è il fatto che il movimento anti-nucleare abbia colto l’occasione degli incidenti nelle centrali nucleari giapponesi per fare sentire di più la propria voce, quasi a voler dire a chi sostiene lo sviluppo di un programma nucleare “Vedete che il nucleare non è sicuro?”. Perchè le stesse persone non si oppongono anche all’energia idroelettrica visto che in Giappone si è sgretolata una diga facendo migliaia di vittime?

E’ fuori dubbio che si debba puntare moltissimo sulle energie alternative, ma da sole non possono bastare. Dal momento che l’Italia importa oltre l’80% dell’energia elettrica dai Paesi confinanti (energia prodotta anche con centrali nucleari) mi sembra piuttosto contraddittoria come posizione quella di chi è contro il nucleare: da una parte non si vogliono centrali nucleari sul nostro territorio, dall’altra però non si oppongono all’importazione dell’energia elettrica prodotta anche con centrali nucleari a poche centinaia di chilometri dai nostri confini (solo in Francia ce ne sono 58, 17 in Germania, 5 in Svizzera, 1 in Slovenia).

Nel concetto di progresso è insito il fattore ‘rischio’. Quanti incidenti aerei accadono ogni anno, con la perdita di migliaia di vita umane? Dovremmo per questo smettere di volare? No, ovviamente. E’ invece dovere di chi si occupa della sicurezza degli aerei individuare la causa degli incidenti per evitare che si ripetano in futuro: si tratta semplicemente di migliorare un’idea per renderla più sicura e assicurare un futuro sempre migliore alle generazioni future.

A circa 300 km in linea d'aria dal centro di Torino si trova la centrale elettronucleare di Phenix (Francia)

Mozzarelle blu: e la marca?

Avrete sicuramente letto delle mozzarelle blu acquistate da una signora di Torino in un hard discount. Purtroppo non si tratta della trovata pubblicitaria di un’azienda di latticini, ma è pura realtà. Sono state fatte analisi e controanalisi: in un primissimo momento gli esperti di laboratorio sembravano tranquillizzarci dicendo che i batteri responsabili della strana colorazione delle mozzarelle erano presenti nell’acqua utilizzata per preparare il prodotto e che non c’erano grossi rischi per l’uomo. Oggi invece ne sappiamo di più: i batteri individuati sono quelli tipici delle feci e dell’urina. Mi fermo qui per non provocare ulteriore disagio a chi legge.
La cosa che mi stupisce è che dai media sia stato piuttosto difficile risalire alla catena di discount che distribuiscono le mozzarelle blu, cioè Lidl e Eurospin.
Altro motivo di stupore è che la Lidl Italia, essendosi accorta di qualcosa che non andava con le mozzarelle già più di 6 mesi fa, aveva chiesto chiarimenti all’azienda produttrice ma non ne aveva sospeso la vendita.
Purtroppo c’è ancora una bella sorpresa per noi poveri consumatori: in Germania la produzione e la distribuzione di queste mozzarelle all’acqua di fogna continua (le autorità tedesche non hanno fatto interrompere la produzione), in Italia non ci dicono la marca delle mozzarelle blu (chissà perchè…come se salvaguardare un’azienda tedesca fosse più importante della salvaguardia della salute di milioni di italiani) e così restiamo con la sensazione che possano essere ancora in vendita tra gli scaffali di Lidl ed Eurospin…
Un mio consiglio personale? Comprate prodotti italiani!! La mozzarella è uno dei più apprezzati prodotti caseari del nostro Paese, perchè risparmiare 40-50 centesimi e comprare prodotti tedeschi contenenti chissà cosa?

Aggiornamento: ho trovato su un articolo di giornale le marche a rischio delle  mozzarelle blu. Sono: Land, Malga Paradiso, Lovilio, Fattorie Torresina e Monteverdi. Non fatevi ingannare dai nomi italiani, sono tutte prodotte in Germania!!

Aggiornamento 2: come non detto! E’ notizia di oggi, 23 luglio,  che all’Auchan di Rivoli sono state ritrovate 2 mozzarelle Granarolo (quindi italiane) con la stessa colorazione blu delle sorelle tedesche!! In realtà la medesima ditta tedesca ha contatti con la Granarolo per l’utilizzo degli stessi materiali per lavorare i propri prodotti. Intanto la ditta tedesca ha finalmente ritirato dal mercato le mozzarelle incriminate.

Mozzarella blu

Uno stupendo esemplare di mozzarella tedesca all'acqua di fogna

Mondiali di pattinaggio a Torino: ennesima figuraccia di GTT

GTT non si smentisce mai. In questi giorni si stanno svolgendo a Torino i Mondiali di pattinaggio che hanno richiamato in città decine di migliaia di appassionati di questo sport.

Da alcune sere alla fermata del bus n. 34 nei pressi del Palavela si assistono a scene che hanno dell’incredibile: al termine dell’evento sportivo che ha luogo all’interno del Palavela (che ha una capienza di oltre 8.000 spettatori) la maggior parte dei turisti (soprattutto stranieri) si recano alla vicina fermata del bus n.34. E qui, purtroppo, comincia il triste spettacolo allestito e offerto da GTT e che sicuramente lascerà un ricordo indelebile nelle menti di tutti gli stranieri. Come riferito dall’articolo comparso su La Stampa, ieri sera i poveri turisti spaesati hanno atteso oltre un’ora per poter prendere un bus che li riportasse verso il centro di Torino. I commenti più ironici sono stati quelli dei turisti canadesi: “Nel piccolo paesino vicino al confine con l’Alaska in cui viviamo non potremo certo ospitare i Mondiali di pattinaggio, ma i trasporti pubblici di certo funzionano meglio là che qui in Italia.”

Possibile che quei geni di GTT non abbiano previsto un’intensificazione dei passaggi di quella linea in concomitanza di un evento di portata mondiale? La risposta, purtroppo, è si. Fossimo in un altro Paese il responsabile di una figuraccia del genere sarebbe già a casa invece di continuare a scaldare la sedia da dirigente e guadagnare palate di soldi: il motivo è semplice, non fanno bene il lavoro per cui sono pagati fior di euro.

Grazie GTT: un’altra medaglia al valore da puntare sul petto di Torino.

Terremoto a Torino

25 luglio 2011: c’è appena stata una scossa!! L’avete sentita? Le notizie dicono Magnitudo 4.3 con epicentro Villa Perosa. Il terremoto si sarebbe originato a 25 km di profondità.

19 aprile 2009: 20 minuti fa…qualcuno di voi lo ha avvertito? Una debole scossa ma ha fatto scricchiolare le mie finestre di casa ed è stato accompagnato da un brontolio diffuso con una folata di vento (uditi perfettamente visto che è domenica pomeriggio e non ci sono altri rumori).

Violenza gratuita al convento di San Colombano Belmonte

I frati, per definizione, sono le persone più pacifiche di questo mondo. Eppure c’è chi non si accontenta di prenderli di mira per portare a termine una rapina ai loro danni. E nemmeno si accontenta di immobilizzarli con una corda per evitare che potessero chiamare i Carabinieri. Neanche la loro età sui 70-80 anni (uno di loro ha addirittura 86 anni) è servita a fermarli alla semplice rapina. Hanno voluto prenderli a bastonate e far si che uno dei frati sia ricoverato in gravi condizioni all’ospedale. La domanda che mi pongo ogni volta che leggo di fatti così brutali è questa: per voi qual è la giusta punizione per questi delinquenti? Vi prego di scrivere le vostre impressioni perchè io sono sempre più spiazzato quando leggo di questi fatti di cronaca e mi chiedo come ci si debba comportare con questi esseri che di umano hanno niente…il mio primo impulso è sempre quello di dar loro una punizione severa, ma spesso vedo che mi trovo isolato e soprattutto distante da quanto in realtà accade nel nostro Paese. Inoltre, qualora i delinquenti fossero stranieri, c’è sempre il rischio di spostare l’attenzione sui discorsi di razzismo o non razzismo, dimenticando di valutare l’individuo in funzione della gravità del reato commesso, senza guardare il suo passaporto.

GTT non paga le tasse?

E’ una notizia che ha avuto un certo clamore su torino.cronacaqui.it: il GTT avrebbe evaso il fisco per 130 milioni di euro. Rimanendo in attesa di ulteriori conferme, ci resta la certezza degli aumenti dei parcheggi delle strisce blu, dell’abbonamento per i residenti e dei biglietti del tram/pullman.


 
Bed and Breakfast a Torino: vicino allo Juventus Stadium.
Internet mobile: riepiloghi delle tariffe e offerte internet mobile di TIM, 3 e Wind
Consulenza SEO: per posizionare il vostro sito sui motori di ricerca
Impianti fotovoltaici Torino: per un'energia più pulita! :)

Statistiche

  • 301,678 visitatori